New York “La grande mela”

Nell’immaginario collettivo gli “ States” significano sopratutto New York:

immensa, divertente, piena di gente di tutte le razze, un po’ pazza e frenetica, la “ Big Apple “ ha sempre qualcosa da offrire in tutte le stagioni. Da sempre simbolo di modernità, di fusione culturale e dell’avanguardia in qualsiasi campo. Arrivando in questa città, si intuisce subito perché l’atmosfera che si respira a New York non si respira in nessun altro posto e che ci è stato vuole ritornare per provare  ancora l’ebbrezza di sentirsi, almeno per un po’, parte del posto più importante del mondo. Chi la visita per la prima volta rimane stupito di come ogni “Avenue” ogni vista e ogni luogo sembrino famigliari, questa metropoli eccezionale è stata immortalata in innumerevoli film, è stata la protagonista di libri e canzoni in tutti i tempi. Cosi, benché in un luogo sconosciuto e lontano, il visitatore si sente a casa e a suo agio e, finalmente, cammina sulle stesse strade che hanno percorso i suoi eroi favoriti, vede le stesse vetrine sfavillanti, cena negli stessi ristoranti prestigiosi. Non si può dire di conoscere il mondo se non si è stati, almeno una volta, a New York.

Girando a piedi lungo le Avenue e le Street tra i taxi gialli e le carrozze a cavallo si scoprono le centinaia di musei, il verde dei 47 parchi con l’enorme Central Park, la signorilità degli edifici di Park Avenue e l’eleganza dei grattacieli che fanno della città il più grande e vario spettacolo del mondo. In battello intorno all’isola di Manhattan o in elicottero, a tuffo tra i palazzi e i ponti che di notte s’illuminano, si scoprono i mille segreti di una città che non dorme mai. Il vero simbolo della città è senza alcun dubbio la Statua de4la Libertà, costruzione che ancora oggi rappresenta uno straordinario modello di struttura monumentale, superbo capolavoro di tecnica e ingegneria. Inaugurata nel 1886, alta 90 metri e pesante 230 tonnellate. “Miss Liberty” fu in effetti concepita e realizzata in Francia su ispirazione di un gruppo di intellettuali

Parigini ai quali venne l’idea di regalare al popolo americano, in occasione del centenario dell’indipendenza,  un dono che simboleggiasse l’essenza stessa degli Stati Uniti dei quali oggi è il massimo emblema.

Ai grandi simboli di New York si affiancano anche i famosi quartieri di Chinatown e Little Italy: una piccola Cina e una piccola Italia trasferite nel centro di Manhattan, con usanze, stili e tradizioni dei rispettivi paesi.

Chinatown è un quartiere in continua espansione con quasi 150.000 orientali che si sono trasferiti qui ricreando completamente l’atmosfera delle loro terra con profumi intensi, pubblicità e cartelli con ideogrammi in cinese telefoni pubblici decorati come piccole pagode e strade affollate dove si percepisce immediatamente l’attività frenetica e caotica dei numerosi negozi e delle bancarelle che propongono uno shopping decisamente conveniente.

Quasi inghiottita da Chinatown, Mulberry Street rappresenta ormai l’ultima roccaforte di Little Italy, il famoso quartiere dove, alla fine del secolo scorso, si sono stabiliti la maggior parte degli immigrati italiani. Attualmente la zona, pur con dimensioni ridotte rispetto ai suoi momenti migliori, ha sempre un forte richiamo turistico principalmente per l’arte culinaria italiana: circa 50 ristoranti e 20 caffè affollano Little Italy che si trasforma completamente durante le feste di San Gennaro e S. Antonio.

New York è anche l’unica città al mondo ad essere protagonista in ogni campo, dalla musica all’arte, dalla moda al cinema, dal commercio al turismo.

L’imprevedibile e divertente città di New York, frenetica ad ogni ora del giorno e della notte, è senz’altro la capitale mondiale dello spettacolo che offre tutti i giorni una gamma talmente vasta di attrazioni che la difficoltà sta proprio nella scelta di cosa fare la sera. Una serata va comunque dedicata ad uno spettacolo a Broadway, il braccio di strada che raggruppa più di 40 teatri nel cuore della Grande Mela tra la 44ma e la 52ma strada.

Per chi allo spettacolo teatrale preferisce il cinema, è d’obbligo una visita al quartiere di Brooklyn, spesso preso a prestito dai grandi registi americani per ambientarvi storie d’amore e d’avventura.

Inoltre New York è davvero una città seducente che regala sempre grandi emozioni, specie quando i colori dell’autunno la rendono particolarmente romantica o quando, durante il periodo natalizio, esibisce il massimo del suo splendore con le mille luci dell’albero di Natale del Rockefeller Center e delle vetrine dei più grandi e spettacolari department storse del mondo.

Passeggiando lungo le belle strade illuminate non potrete resistere al fascino dello shopping. Gioiellerie, negozi di borse, boutiques di alta moda, librerie internazionali si alternano a coffee shops e delicatessen, famosi per panini e le insalate rigorosamente extra-large, dove potrete ritemprarvi dalle fatiche degli acquisti natalizi.

New York offre al turista numerose escursioni ben organizzate che regalano momenti unici ed indimenticabili: visite di città diurne e notturne; un elegante e suggestiva crociera nella baia con cena a bordo e musica dal vivo; una  mattinata dedicata alla scoperta del famoso quartiere di Harlem con la partecipazione a un’autentica funzione religiosa dove ascolterete l’esuberante e coinvolgente musica Gospel; una serata al Village per ascoltare musica Jazz & Soul; e infine uno spettacolo straordinario ai confini con il Canada.: le Cascate del Niagara, un vero miracolo della natura che ipnotizza e affascina.

Per tutto ciò almeno una volta nella vita bisognerebbe mangiare “ La grande mela”.

 

Oronzo Scelzi

About the Author

By euro_magistro / Administrator, bbp_keymaster

Follow euro_magistro
on Feb 13, 2019